13.2.12

"Gamberetto"


Attenzione post vietato ai minori di 14 anni per contenuti pseudoerotici. 
Ogni riferimento a persone o cose NON è puramente casuale! 

Dopo Sushi Bon Ton e il corso di cucina non potevo non raccontarvi un altro fantastico incontro con un uomo cestinabile. 
Attenzione: nel titolo la chiave.

Tutto iniziò una sera a un aperi-cena tra amici. Lui (soprannominato successivamente "Gamberetto") l' amico del fidanzato di una mia amica (altra prova che le mie 3 regole sono sacre), un tipo fascinoso con quella barbetta finta trasandata, una bella giacca e una splendida camicia. Io non sono il tipo della timida e in breve mi sono presentata, abbiamo chiacchierato del più e del meno e c'è stato il classico scambio numeri, voilà. Il tutto accadde a metà luglio di qualche anno fa e il problema fu che dopo pochi giorni io sarei partita per le ferie estive e lui sarebbe partito appena prima del mio ritorno. Il flirt stranamente sopravvisse alle vacanze di entrambi (circa un mese) con messaggi e telefonate romantiche ad orari disparati, causa differenza di fuso, che rendeva il tutto ancora più magico. Quest'atmosfera accrebbe le aspettative, devo essere sincera, in modo smisurato. 
Concluse le ferie decidemmo finalmente di incontrarci di nuovo e cenare insieme. 
Io per il weekend sarei andata in Liguria, nella mia città natale, quindi lui decise di organizzare l'incontro in una città nelle vicinanze così da poter godere ancora di un paio di giorni di vacanza. 
Per l'aperitivo mi portò sul lungomare, d'altronde era l'ora giusta; quella del tramonto ed era  tutto così romantico.. 
Si confermò l'idea che mi ero fatta dal rapporto platonico costruito con i messaggi e le telefonate: intrigante (forse un po' impostato ma probabilmente lo ero anche io). 
Arrivata l'ora della cena mi portò a cena al Resort dove alloggiava: aveva fatto preparare un tavolo per due con candele un po' defilato in giardino. I piatti arrivaro come per magia; aveva ordinato per entrambe e devo ammettere che non sbagliò un colpo. Avevamo sviscerato tante cose a distanza e quindi non era così difficile ma nemmeno così ovvio. Quello che mi colpì di più fu il dolce, 3 piccoli assaggi; in una delle nostre chiacchierate avevo detto che odio scegliere e spesso divido con qualcuno per poter assaggiare più cose. 
Fin qui romantico o forse, con il senno del poi, un po' troppo finto..
Beh, il bello vaddavenì.. 
Finito di mangiare i dolci lui propose di finire di bere il vino da dessert a bordo piscina. Ovviamente accettai. Una volta accomodatami su una sdraio lui si congedò per un attimo e rientrò. Andò a far spegnere le luci della piscina per vedere le stelle. Wowowowow direte voi! E Wowowowowow dicevo io..

Qui per le persone facilmente impressionabili vi consiglio di interrompere la lettura e pensare a un lieto fine..


A quel punto oltre che un tasso alcolemico decisamente competitivo, dopo tutto quel corteggiamento avevo un ormone che mi picchiava in testa che ve lo lascio immaginare.. 

Si sedette al mio fianco sulla sdraio a bordo piscina e finalmente iniziammo a baciarci con un po' più di passione rispetto i bacini a stampo o a fior di labbra del lato bon ton della serata. Nel giro di poco e strusciamenti vari lui propose " Ci spostiamo in camera? " OK! Ci fu una scena da film; nel tragitto piscina camera duemilatrecento baci appassionati appiccicati al muro, poi lui fece fatica ad aprire la porta perché dalla foga non azzeccava la serratura.. Entrati in camera al buio ovviamente iniziammo a spogliarci, lanciare tutto per aria e accarezzarci.. Fino a che.. 
Arrivai lì e.. la mossa è stata come quando si cerca di acchiappare le mosche al volo; avete presente? Il nullaaaaaa! Nuooooo! 
Ho ringraziato Dio e qualunque altra identità con poteri divini che la luce fosse spenta perché penso di aver fatto l'espressione dell'urlo di Munch
Tutto il corteggiamento platonico, la cena perfetta, tutto favoloso e poi.. Un gamberetto!!! Nuooooo! Ma volete sapere il peggio del peggio del peggio?! 
Lui convintissimo andò avanti per la sua strada e io così sconcertata (forse ho avuto fortuna nella vita ma non mi era mai capitato) e non sapendo che pesci prendere (nel vero senso) passivamente lo lasciai fare. Finito il turbine di passione (suo), ancora più convinto, quando vide che mi rivestivo, ebbe anche il coraggio di chiedere, sbuffando il fumo della sua sigaretta fumata con orgoglio, "Ah, non ti fermi a dormire?!". Oggi avrei risposto ANCHE NO! Ai tempi ho inventato la classica scusa del "Domani mi devo alzare presto" Alibi perfetto passare il weekend a casa dei genitori.

Ora; le dimensioni non contano e mi va bene, io sono una stronza malefica a raccontare questa cosa e mi va bene.. Ma uomini non potete bluffare così! Dai! Un gamberetto è un gamberetto non si può far finta che sia un barracuda! Lo so, non è colpa vostra, se la natura è stata ingenerosa ma, per l'appunto, le dimensioni non contano, c'è altro.. Non bluffate, no, no, noooo! Funziona per "ti porterò quì ,ti porterò là", per "sei la donna della mia vita", per "tu per me sei l'unica" ma lì non si bluffa! Eh, a volte la vita è come Sex And The City.. ;) Ridiamoci su!



7 commenti:

  1. fantastica come sempre!!!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Grazie, troppo gentile e troppo coraggiosa!Data la considerevole quantità di letture e gli zero commenti temevo di essere stata un po' troppo sincera oppure di avere lettori un po'troppo pudici! ;)

      Elimina
  2. Ahahahahahah...grandiosa! :-D
    Il modo in cui hai descritto la tua "disavventura" è stato perfetto...sei proprio brava a scrivere!

    Kisses,
    Miriam
    Fashion Crazy Ball

    RispondiElimina
  3. ahahahahaha dai!!! fantastica ;)

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto fare una megarisata, sei veramente cattivissima!! =D
    io non ho mai avuto esperienze simili.. casomai il contrario, e fidati, forse è anche peggio O__O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è capitato anche il contrario ma oserei dire grazie a Dio!!! Ahahah Scherzo dai.. o forse no ;)

      Elimina
  5. ahaha mi ha ricordato la puntata di Sex and the city in cui la stessa cosa capita a Samantha! Complimenti per il blog è davvero simpatico ;)



    Imnotgossipgirl.blogspot.com

    RispondiElimina