31.5.12

Take care of.. SHOES


Ho deciso di inaugurare una nuova rubrica; come curarsi dei nostri tesori. Scarpe, gioielli, borse, vestiti, accessori..

In primis, ovviamente scarpe..


Come ogni pulzella dei nostri tempi le amo e ne ho più di qualcuna; questo vuol dire anche un gran lavoro per tenerle ordinate e sempre perfette, ma chi non farebbe qualche sacrificio per amore?! :)



Per tutte le scarpe con tacchi (Spora docet) e non, il primo consiglio è sempre di affidarsi a un buon calzolaio per farle risuolare in modo tale da non rovinarle e avere un miglior appoggio. La suolatura infatti permette di aumentare l'attrito con il terreno evitando brutti scivoloni e aiuta a conservarle più a lungo.
Per quanto riguarda il colore delle suole i calzolai più attrezzati offrono una scelta abbastanza ampia, ovvio che se si parla del rosso Loubi.. Eh, o andate proprio dal calzolaio Louboutin a Paris (temo sia un po' dispendioso) o vi rassegnate a tenere rossa solo la parte che non appoggia al terreno. Vi assicuro che basterà quella a farvi sentire Carrie Bradshaw, basta calzarle per indossare un vero stato d'animo.
Anyway.. cercatevi il vostro calzolaio di fiducia! La Spora e le sue followers (me compresa) in questo post ve ne consigliano un po'..

A seconda del materiale di cui è fatta la nostra scarpina da Cinderella ci vuole un trattamento specifico per tenerle pulite.

Vernice: Se le vernice non è più lucida come un tempo, lavate le vostre scarpe con un panno umido e, se questo non dovesse bastare, successivamente usate dell'olio extravergine di oliva questa volta servendovi di un batuffolo di cotone, mi raccomando non esagerate con le quantità. Meglio faree due volte il trattamento piuttosto che dover asciugare una scarpa condita come se fosse un'insalatona estiva! Se ci sono macchie persistenti potete provare a toglierle usando un batuffolo imbevuto di solvente per unghie ma SENZA ACETONE.


Camoscio/ Suede: Preparare in una bacinella una soluzione di acqua tiepida, una goccia di shampoo (possibilmente neutro) e qualche goccia di ammorbidente. Immergere una scarpa alla volta nella soluzione e con uno spazzolino strofinate DELICATAMENTE i punti più sporchi. Sciacquare abbondantemente e velocemente (la pigna "a pioggia" della doccia è ideale per questa operazione). Fatto ciò, per far asciugare le scarpe, riponetele lontane da fonti di calore con il tacco appoggiato a terra e la punta sollevata per evitare la formazione di aloni.Una volta COMPLETAMENTE asciutte, per togliere l'aridità del lavaggio in acqua, trattatele con un panno imbevuto e BEN strizzato di latte. In ultimo passate la camoscina per ravvivare il colore. Se un terribile baffo nero deturpasse il vostro tesoro prima di cadere in balia di una crisi di nervi provate a cancellare l'orrore con una comune gomma per matite. Se non dovesse bastare, buon lavaggio!


Pelle: Prima passate la crema neutra per la pelle su tomaia, bordo del tacco e della suola. Spazzolate abbondantemente e successivamente passate alla lucidatura con il lucido da scarpe di colore adatto alla calzatura con panno morbido di lana o cotone (ottimi i calzini vecchi, magari quelli orfani :)).


Tessuto: Per quanto riguarda le scarpe tipo all star, superga ecc.è facile. Innanzitutto privatele dei lacci che laverete separatamente. Successivamente  immergete le scarpe in acqua fredda con detersivo per lavare a mano (sì signore, si lavano a mano) e ammorbidente. Il consiglio in più, per evitare che a lungo andare le parti di gonna si scollino, è non immergere completamente la scarpa ma solo la parte di tela/tessuto (a testa in giù per capirci). Lasciate il ammollo diverse ore, almeno 4 , e trascorso il tempo strofinate energicamente con una spazzola, se questo non basterà a renderle pulite reimmergertele e ripetete l'operazione dopo un'ora. Una volta pulite sciacquatele sempre con acqua fredda, al massimo tiepida. A questo punto spalmate un po' di balsamo per capelli e lasciare agire 15-20 minuti. Sciacquate nuovamente usando le accortezze necessarie e lasciate scolare un po'. Infine stendete, NON al sole! (sul bianco ingiallisce, sui colori scolorisce)


Se invece parliamo di raso beh.. Siete fottute! (Sì,sì, ho detto fottute!). Non ci sono modi efficaci per pulire il raso se non affidarsi a una lavanderia a secco super specializzata e farsi il segno della croce. Sul web c'è di tutto: lavaggi con l'acqua selz, strofinature a secco con sapone di marsiglia e calze di nylon e chi più ne ha più ne metta. Ad ora io non conosco soluzione casalinga per pulire le scarpe di raso. Se voi avete questa preziosissima informazione, non siate egoiste! Divulgatela!


Gomma: Per gomma intendo il bordo delle sneakers e le Melissa e simili. Per rendere bianchi e splendenti i bordi delle sneakers ( Sono l'unica a cui le All star piacciono bianche candide, lo so) usate lo sgrassatore. Basta spruzzarlo sulla parte interessata e strofinare bene con un panno o una spugnetta. Per macchie particolarmente ostiche usate alcool o acetone ma non abusatene perché a lungo andare "cuoce" la gomma.
Per quanto riguarda le Melissa e simili, soprattutto se lucide, optate per la gomma per cancellare la matita e tanto olio di gomito e il latte, con il solito panno imbevuto e strizzato. Lo sgrassatore potrebbe funzionare ma temo che potrebbe corrodere leggermente la superficie lucida e quindi formare macchie indelebili. Se siete coraggiose provate in un punto dove non si vede, tipo sotto, se funziona estendete il trattamento, se no non avrete creato gravi danni.


Per tutti i tipi di scarpe non dimenticate di pulire la suola interna con una spugnetta o un panno dopo averle indossate! Abbiamo piedini da fata ma i piedini sudano, la polvere si insinua all'interno delle nostre adorate calzature e si crea quella schifezzina che si appiccica alle nostre scarpe e ai nostri piedi. Come vi lavate i piedi lavate l'interno delle scarpe! Bastano due minuti!

Una volta pulite le scarpe vanno riposte con cura. Io uso sia le scatole con le finestrelle trasparenti (fantastiche quelle di Ikea) sia le scatole originali (tengo le più belle: le Miu miu, le Loubi ecc. ; quelle per me sono belle anche da vedere). Se siete così fortunate ad avere scatole "doppie" aiutatevi con foto o scritte per riconoscere i vostri tesori. Sarà più facile tenere in ordine tutto.

Vi auguro un buon lavoro di rimessa a nuovo delle vostre amate scarpe!




7 commenti:

  1. Condivido, tutto. Curare le scarpe e come curare l'anima. Ti condivido, che tutta questa nostra smania di prenderci cura delle nostre priorita va diffusa :) e ancora grazie per avermi menzionata! :)

    RispondiElimina
  2. bel post.. condivido pienamente :)
    sono un tuo nuovo follower se ti va passa da me..
    ti va di seguirci a vicenda?
    mi farebbe piacere...

    artinvogue.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Però scusa: MAI immergere le scarpe nella bacinella d'acqua, hanno molta colla e molte non hanno una qualità eccelsa e hanno strati (yep) di cartone.

    Dico, eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì ma non intendevo ammollo eh! Giusto una pucciata e via. Io l'ho fatto con un sandalo di suede rosa antico che era diventato grigiastro ed ha funzionato! E' tornato come nuovo!

      Elimina
  4. Ciao sono Roberta!! Sto cercando in Torino, un bravo calzolaio che mi metta le mezze solette di gomma rossa alle mie calzature Louboutin. Questo per evitare di mandarle a Parigi da Minuit Moins 7. Hai qualcuno da consigliarmi? Grazie Roberta

    RispondiElimina