18.10.12

Sawadee Thailandia

Sawadee. Il saluto che si usa dare in Thailandia.

Con le mani giunte si fa un piccolo inchino e, a seconda del sesso della persona che abbiamo di fronte, si pronuncia aggiungendo della particella khrao/kruo per gli uomini e kha per le donne. Nell'uso comune si dice semplicemente Sawadee.



I thailandesi apprezzano molto che i turisti cerchino di approcciarsi alla loro cultura seppur per i pochi giorni del soggiorno. (Dovrebbe accadere in OGNI luogo ma non voglio fare polemica in questo post.)
La popolazione è estremamente disponibile e aiuta volentieri i turisti con indicazioni e spiegazioni in un inglese-thai (quasi incomprensibile) o con gesti. Linguaggio internazionale che permette di capirsi.
Adoro viaggiare proprio per questo, in un modo o nell'altro ci si capisce. (Anche qui potrebbero nascere considerazioni che vanno aldilà dei viaggi turistici ma va beh.)


Chi? 3 ragazze.
Quando? 12-22 agosto (Non è il periodo migliore agosto per la Thailandia: il clima è caldo umido, è il periodo dei monsoni ma le piogge si scatenano solo nel tardo pomeriggio quando ci si può dedicare allo shopping o rientrare in hotel per rigenerarsi dopo le visite della giornata e prepararsi alla serata.)
Dove? Bangkok - Ko Samui. A Bangkok abbiamo scelto un hotel vicino a una fermata dello skytrain (Phaya Thai) e del trenino da/per l'aeroporto perché ci piace essere indipendenti. Se i vostri gusti di viaggio solo gli stessi vi consiglio il Sukosol Hotel, su cui ho scritto una recensione TripAdvisor. (Per la tripla si hanno ottime offerte.) A Ko Samui abbiamo optato per l'Arayaburi Resort vicino a una zona ideale per le uscite serali (Fisherman village) e ricca di negozietti e ristoranti.
Come? La LonelyPlanet è la miglior guida a cui affidarsi per il come. Meglio conoscere prima certi usi e consumi.  Utile anche seguire gli itinerari, davvero ben studiati, che includono tutte le attrazioni turistiche e i punti di interesse; aiuta ad ottimizzare i tempi. Inoltre, i suggerimenti per i ristoranti sono affidabili e veritieri.

Regole:

  • Per visitare i templi bisogna avere gambe e spalle coperte.
  • All'entrata dei luoghi sacri e delle case è d'obbligo togliersi le scarpe.

Vi consiglio, per non morire di caldo come abbiamo fatto noi il primo giorno, di indossare cosa più vi è comodo per visitare la città e di portarvi dietro un pareo o una pashmina e usarli dove necessario per coprirvi.
Per ovviare invece al problema piedi scalzi optate per un bel paio di calzini da infilarvi appositamente per le visite e poi buttare a fine della vacanza o mettere in Amuchina per moolto tempo.
Vedrete piedi di tutti i generi e tipi e soprattutto sentirete tutti gli odori annessi.
(Io sono un po' ipocondriaca, ma per i più temerari il piede nudo è ben accetto.)


  • Non è permesso esportare orchidee se non recise o in microambienti. (La questione comunque è poco chiara, ho cercato informazioni ovunque prima della partenza ma non ho trovato niente di preciso.)
  • Non è permesso prendere come souvenirs coralli, conchiglie, ecc.
Purtroppo si rischiano multe salatissime al rientro in Italia. Se alla dogana vi dovessero controllare il bagaglio la vacanza da sogno potrebbe trasformarsi in incubo. Io ho tentato la fortuna e, all'aeroporto di Bangkok, prima del rientro, ho acquistato un microambiente. (Bottigliette di vetro con all'interno gelatina nutriente e piccole piantine.)
Io volevo le orchidee viola-blu!



Curiosità:


  • Ai semafori non si vendono quotidiani ma banane fritte!


  • Nella farmacie oltre al lato moderno c'è il reparto tradizionale dove si possono trovare serpenti, cavallucci marini, lucertole e altre stranezze essiccate.



  • Per benedirsi con l'acqua santa si usa acquistare un fiore di loto all'esterno del tempio. Il rituale si compie immergendolo nell'acqua e toccandosi il capo con il bocciolo del fiore.


  • Al parco Lumphini (Il parco più grande della città) ci sono tanti animaletti.. tra cui i VARANI! (Liberi. La scena è stata più o meno questa: "Uh, guarda che grandi le lucertole qui!" [1 foto] poi, pochi metri più in là, "Oddio, cos'è quello! aaaaaaahh!" [2 foto] correndo a gambe levate.


  • Si può andare in motorino in 3 , l'importante è che il guidatore indossi in casco (oddio, definirlo casco forse è eccessivo)!


Vi racconterò di Bangkok e Ko Samui.
Dei posti da visitare, dei ristoranti da non perdere e, ovviamente, dello shopping. :)
Stay tuned!

2 commenti:

  1. mamma mia che meraviglia!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. bellissima la tua guida.. ti sarai divertita tantissimo! Non saprei se visitare posti così.. è da provare comunque!
    io ti seguo, se ti va passa da me!
    http://www.omgfashionotvictim.com/2012/10/mychanelrougealluremeetup.html

    RispondiElimina