22.10.12

Take care of..NAIL POLISH

Amo la manicure e gli smalti ma devo ammettere che la mia collezione si riduce a una decina di colori e pur seguendo l'iter fondamentale fatto di base, colore, top coat non so andare più in là di quello.

Per questo motivo mi sono affidata a una vera esperta:


Di certo l'amore che nutro per le cattive Disney è stato quello che ha attirato la mia attenzione ma non è solo il suo alterego ad avermi colpito.

Lei è indiscutibilmente la regina degli smalti! 
Lei sa TUTTO su quest'argomento! 

Chi meglio di lei quindi per stilare un vademencum essenziale?
Eccolo qua! Da stampare, mettere nel cassetto degli smalti e seguire fedelmente.

"Dopo aver parlato di scarpe, profumi, gioielli e borse perché non affrontare l’argomento smalti? 
Sono certa che ormai anche le meno appassionate possiedano almeno una decina di colori ma prima è meglio occuparci della cura delle nostre unghie, è fondamentale.

La collezione di "La regina Grimilde"

Per avere una manicure perfetta non basta solamente stendere lo smalto senza sbavature, è necessario eliminare pellicine e cuticole con prodotti come i bastoncini di legno d’arancio o un esfoliante, reperibile anche sotto forma di penna, per idratare e nutrire la pelle.

L’uso di una base è importantissimo poiché protegge da eventuali macchie che l’applicazione di smalti scuri potrebbe causare. In commercio si possono trovare basi indurenti, sbiancanti, leviganti o stimolanti, per una crescita più rapida. Vi consiglio di usare una base fortificante di Kiko ma per chi ha bisogno di un vero e proprio trattamento per risanare le proprie unghie meglio l'indurente di Mavala.

Ed ora… è finalmente arrivato il momento di parlare di smalti. Io li adoro, tutti, non esiste colore che non mi piaccia, che non comprerei. La mia collezione comprende una settantina di boccettini, alcuni economici e altri decisamente meno.
Analizziamo brevemente i pro e i contro di alcune tra le marche più note:


       Kiko: ottimo prezzo ma dopo 3-4 giorni è già scheggiato e meno brillante. Perfetto per chi ama cambiare colore più volte a settimana senza dover spendere troppo (circa 5€).



Mavala: buona qualità ma come si fa ad impugnare un tappo così piccolo? Il prezzo non deve ingannare: 5€ per 5ml di prodotto non sono certo pochi.



Essie ed O.P.I: entrambi offrono un centinaio di sfumature differenti, pennelli meravigliosi e una lucentezza incredibile per non parlare del prezzo accessibile (12 e 15€). Li promuovo a pieni voti.





Chanel: nel 2012 ancora quel terrificante pennellino? Davvero? Stendere bene uno smalto Chanel non è certamente facile: a volte troppo liquido, altre molto denso e dopo due giorni lo smalto è già sbeccato. Forse troppi contro per un prodotto venduto a peso d’oro (circa 22€).


ù
 Dior: pennello buono, colore coprente e lucido ma il costo è decisamente elevato anche in questo caso (circa 22€).


A volte mi chiedo se valga la pena spendere più di 20€ per il colore di stagione che nel giro di pochi mesi passerà di moda. Ogni volta che mi pongo questo quesito, ferma davanti all’espositore di smalti, la mia risposta è sempre un deciso NO. Preferisco fare una ricerca on-line per capire se esista una versione più economica del colore desiderato.

Una volta scelto il colore che più ci aggrada passiamo all'applicazione sopra la base, senza mai dimenticare il top coat, prezioso alleato per far durare maggiormente il nostro smalto rendendolo più brillante (oppure opaco utilizzando un top coat mat).
Per chi non ama (o non può) perdere troppo tempo ad aspettare che lo smalto si asciughi consiglio gocce o spray che consentano un’asciugatura più rapida.
Manicure terminata? Ovviamente no. Per eliminare eventuali residui di colore rimasti sulla pelle si può utilizzare una penna correggi smalto acquistabile da Sephora o da Kiko ad un prezzo contenuto.

Ora la vostra manicure dovrebbe essere perfetta ma come conservare al meglio i nostri smalti, soprattutto se ne possediamo tanti? In commercio sono reperibili appositi diluenti, con poche gocce lo smalto secco o denso tornerà come nuovo. Non fate l’errore di aggiungere al vostro vecchio smalto solvente per unghie o sarà da buttare! Io uso il diluente di Mavala e mi trovo molto bene, il prezzo si aggira attorno ai 10€ ma i 10ml di prodotto durano circa un anno; questo ultimo prodotto è fondamentale per le collezioniste di smalti più accanite, gettare uno smalto – che sia costato poco oppure no – è sempre un peccato!

Questi sono i passaggi irrinunciabili per avere una manicure da invidia, per qualunque altra curiosità vi consiglio di rivolgervi all'esperta! :) 
Io sono entrata nel tunnel e sto cercando di imparare tutto: dai colori più classici alla caviar e velvet manicure; è un mondo vastissimo, per fortuna ho un'ottima maestra!

5 commenti:

  1. Ottimo post!! Io adoro gli smalti e ho apprezzato molto i consigli di Chiara :)

    RispondiElimina
  2. La penso come Miss Funny Face (: Reb, xoxo.

    *Nuovo post e nuova grafica sul mio blog (:
    Fammi sapere cosa ne pensi (: eccoti il link:
    http://www.toprebel.com/2012/10/aztec-mood.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rebecca per i tuoi commenti! Ti sarei grata però non solo di essere sempre d'accordo con il commento precedente ma magari dire le tua se no sembra che tu voglia solo postare il link da guardare. Basta il tuo profilo per arrivare al tuo blog! :)

      Elimina
  3. Ciao! Passo da te per la prima volta! Complimenti per il blog! Io ho iniziato da poco a crescere le unghie (prima le mangiucchiavo ggrrr!) e pian piano sto collezionando maree di smalti (come farò a finirli non ne ho proprio idea :D), ma come dici bene te, non basta stendere alla perefezione lo smalto bisogna anche curarle. Io cerco di tenerle il più pulite possibile da pelliccine e cuticole anche perchè, sai che orrore vedere una mano con un bellissimo smalto e unghie non curate?? ble! :)
    passa da me se ti va
    bacio :)

    RispondiElimina
  4. mamma mia che meraviglia!!

    mi piaccciono tutti!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it

    RispondiElimina