10.2.13

Calendary boy


Terre lontane e esperienze fuori dalla routine sotto il punto di vista: quotidiano, lavorativo e, sì, anche sentimentale.
Stare lontani da casa (moolto lontani, direi dall'altra parte del mondo) offre avventure incredibili e indimenticabili.
E' questo che penso leggendo l'email esilarante di un'amica speciale che non potevo non tramutare in un nuovo capitolo di MEN DNR..

Erasmus e tesi all'estero sono motivo di crescita professionale e curricolare ma anche occasione di feste, divertimento e hangover epici.
Nel caso in cui le feste si tengano nella casa in cui alloggi beh, le cose si complicano o si facilitano, dipende dai punti di vista! ;)
Amici, amici di amici, amici di amici di amici..
Ovvio che spunti fuori un lui.
Lui che arriva insieme a una mandria di fusti niente male, portati alla festa da caro un amico gay (come se ne intendono i gay di fusti, beh, una garanzia).
Lui che inizia a parlarti bevendo vodka e gin come se fossero champagne: elegante e sensuale.
Sarà il tasso alcolemico, la musica, la festa, ma sembra anche saper articolare congiuntivi e argomentazioni interessanti.
Parla dell'affascinante città in cui state vivendo, delle difficoltà nell'integrarsi in culture così diverse da quella mediterranea: calda, passionale e.. passionale.. Scatta il bacio; che bacio!


E' bello e sa coniugare i verbi (binomio quasi impossibile), bacia bene e ha modi affabili.. E' incredibilmente bello! (L'avevo già detto?!)Bello da darsi da sola una pacca sulla spalla!
Beh, l'inconveniente delle feste in casa a parte le operazioni di ricomposizione dell'alloggio e delle pulizie del giorno dopo è che la camera da letto è incredibilmente vicina e, come si suol dire, l'occasione fa l'uomo ladro, ça va sans dire..

Serata indimenticabile ma con un risvolto negativo: hangover.
Vuoti cosmici popolano la tua mente e quindi, come Grissom di CSI, cerchi di rimettere insieme i pezzi della serata.. Trovi il tuo accappatoio umidiccio sulla sedia (si sarà fatto una doccia), il libro che stai leggendo in un posto diverso da dove lo avevi lasciato e gli appunti sulla tua scrivania disordinati. (Avrà curiosato tra le tue cose per capire chi sei o sarà frutto di attimi di passione focosa che non ricordi? Mistero.) Per fortuna trovi anche il post it con il suo numero scritto da lui quando ti ha proposto di portarti in quel nuovo locale che lui frequenta. (Poi i pezzi si uniranno e daranno un quadro ben chiaro!)

Ti trascini in cucina per fare colazione con aspirina e caffè e trovi la tua coinquilina che sghignazza sfogliando qualcosa..
"Cos'è?" chiedi, più infastidita dal suono della risata che dalla curiosità.
"Un regalo per te" risponde lei lanciandotelo e rischiando di colpirti a causa della tua coordinazione mano occhio troppo rallentata.
E' uno stupido calendario di un locale gay con manzi palestrati..
"Ma aspetta uno di quelli in copertina l' ho già visto da qualche parte" pensi e iniziando a sfogliarlo..
Poi arriva Agosto! E la tua espressione diventa come quella dell'urlo di Munch!
E' lui, lui!


Non sai se sentirti una groupie della peggior specie seppur inconsapevole o semplicemente decidere di chiudere il capitolo delle feste a casa.
Per completare l'umiliazione l'amico gay, colui che ha portato lui alla festa, una sera ti porta proprio al locale dove lui fa il sexy barman e te lo ritrovi lì sorridente e ammiccante..No, non dal vivo, peggio! Proiettato sulla parete del locale in una serie di scatti del calendario!
Saresti stata tu questa volta a dover chiamare ma non ricordando il nome lo avevi salvato solo con A., A. che dopo la scoperta si è trasformato in Agosto e sarebbe stato brutto raccontare ai nipotini "sai il nonno quando ci siamo conosciuti faceva il sexy barman in un locale gay e lo chiamavano August...".



3 commenti:

  1. ahahaahhah

    sei un mito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    bellissimo post
    baci

    RispondiElimina
  2. Questa non la sepevo!!! le diremo di portare il calendario!!! Voglio vederlo anche io Mr.Agosto!
    Ciao!
    l'amica B.

    RispondiElimina