1.5.13

Volare Basso


Quando ho cercato di stilare le 5 regole per l'appuntamento perfetto ho voluto inserire per primo il concetto "la vita non è un film" perché credo che non bisognerebbe mai dimenticarlo, né noi gentil pulzelle né i nostri corteggiatori.
Di certo la super elaborazione dell'appuntamento è ben visto, è ben accetto ma soprattutto se si parla dei primi incontri è difficile indovinare le preferenze di una persona che non si conosce. La probabilità di disastro è molto alta e se miracolosamente si indovinano i gusti beh, sarò ormai cinica e diffidente ma temo che poi sotto (nel vero senso della parola) ci sia poco..

Volare basso è il mantra da seguire, meglio qualcosa di semplice e senza troppi rischi di fallimento che voli pindarici con tragiche fini.
Il mantra scelto non è casuale per questo episodio di MEN DNR.

Forse quando ci si trova davanti una ragazza bella, bionda, alta e di classe che per "hobby" fa la modella è comprensibile voler esagerare ma..

Fin da subito le cose si sono presentate più artificiose di quanto avrebbero dovuto.
Una volta preso in prestito il macchinone dal papi e recatosi a prendere la gentil pulzella il SIQ parte alla conquista con il suo super appuntamento (da lobotomia). Sarà stata l'emozione o chissà che ma il SIQ non si dimostra incapace a gestire una macchina tanto potente, il gioco frizione, freno, acceleratore proprio non gli viene e nel tragitto casa di lei-ristorante l'auto si spegne ad ogni stop e/o precedenza e per quando riguarda l'andatura, beh, la velocità è uguale a quella di un bradipo affetto da narcolessia.
Va beh, voleva fare bella figura, va beh, ha esagerato ma a fin di bene.. Diamogli un'altra chance.



Finalmente, dopo un viaggio interminabile, il ristorante: bello, romantico, sul lago, molto chic.
E' così che si risolleva un inizio un po' traballante.. Ehm, no.  Il ristorante si rivela essere  uno di quei posti con più stelle Michelin che grissini sul tavolo dove servono mini porzioni di nouvelle cuisine e un menù diffile.
Carni abbinate a sorbetti di sedano, millefoglie di verdure e cioccolato, dolci guarniti con spumoni di sali di tutti i colori dell'arcobaleno e.. piatto forte e consigliato dallo chef: IL PICCIONE caramellato.
Lui è entusiasta e cosa sceglie? IL PICCIONE!

E qui merita essere riportata la riproduzione nero su bianco più fedele della mia conversazione con la "vittima":
"Ti rendi conto? Un piccione! Io che sono vegetariana e amo tutti gli essere viventi ma i piccioni proprio li odio vivi, figurati morti e da mangiare! Porzioni minuscole che a fine pasto bramavo una pizza, nel locale solo coppie impettite e snob, non ero assolutamente a mio agio! Una banalissima pizzeria no? Un ristorantino giovane e normale no? Una trattoria tipica, che ne so! Pensa che a fine cena ha pure chiamato lo chef al tavolo per complimentarsi! Volevo morire! Ma ti pare? Un piccione?! Ma vola basso! Quando mi ha riportata a casa ha avuto anche il coraggio di dirmi 'spero di replicare presto' io ho sorriso e me ne sono andata ma avrei voluto dirgli 'ma impara a guidare almeno un vespino e magari portami in posto dove servano qualcosa di umanamente commestibile!' "  

Il SIQ è stato classificato come DNR.

Con l'occasione contribuisco alla "campagna di sensibilizzazione" di Alice nei confronti dei nostri amici animali. :)
Vi ripresento il mio pestifero cagnolino!

2 commenti:

  1. E' proprio vero che ogni tanto ci dimentichiamo che la vita non è un film e ci aspettiamo (o organizziamo) cose esagerate che poi si rivelano inutili! La tua amica però è stata davvero sfortunata...al solo pensiero del piccione mi si accappona la pelle xD
    ps. il tuo cagnolino è stupendo <3

    RispondiElimina
  2. (A me i ristoranti stellati, invece, garbano un sacco.) <3

    RispondiElimina