17.6.15

La blatta

Purtroppo anche questa tipologia di uomo DNR presto o tardi capita a tutte.

Dopo una rottura difficile, quando ti esimi completamente da qualunque tipo di incontro, dal più innocente al più interessato, e le tue amiche sono così preoccupate che iniziano a proporti e farti, non troppo casualmente, notare soggetti che hanno già precedentemente selezionato, molto probabilmente si presenterà una blatta.
La blatta è stato battezzato così per un motivo che non immaginereste mai o perlomeno non per il più ovvio.

Uomo scarafaggio
Il SIQ è colui con cui accetti di uscire quasi per sfinimento. Non è male, non è bene, non è nulla. È uno con cui esci per rassicurare le tue amiche, ma soprattutto te stessa, che puoi andare avanti e puoi uscire con qualcuno anche se non sei stata folgorata come con Lui. Ci esci, ti diverti anche, a tratti. Diventa una di quelle frequentazioni adolescenziali in cui ci si vede più o meno per caso in discoteca e in tutte quelle situazioni poco impegnative dove al massimo si limona duro come se non vi fosse un domani.
Passa un mese o poco più e non ti da nemmeno più quel minimo brivido iniziale, così in una sera in cui l'ebbrezza alcolica aiuta la leggerezza, tenti l'approccio più intimo. Al momento di congedarsi lo inviti a salire da te. Entrati in casa, come di abitudine, togli le scarpe (attenzione a questo particolare volutamente condiviso) e per mettere lui un po' più a suo agio proponi di concludere la serata un ulteriore bicchiere di vino o un digestivo (sì, ok, anche per mantenere l'ebbrezza alcolica ).
Lui accetta ma mentre ti accingi a preparare i due calici si riavvia verso l'ingresso.
Ciò che segue avviene circa così:

Tu, aprendo la bottiglia di vino:"Dove vai?"
Lui:"Ho visto che ti sei tolta le scarpe, non voglio sporcare, le tolgo anche io!"
Tu, sempre non curandoti di guardarlo:"Non ti preoccupare, è una mia abitudine ma non obbligo i miei ospiti a farlo."
Senti sbuffi, versi da sforzo, strani versi e poi...

SBADABADABAM! Un rumore assordante, che essendo tarda notte rimbomba ancor più del dovuto.
Ti giri lentamente perché sai cosa vedrai, ma non ci vuoi credere.
Lui, a terra, agonizzante, con l'attaccapanni addosso, muove gambe e braccia come una blatta sotto l'effetto del DDT.

Uccidere lo scarafaggio

Non c'è spirito alcolico che possa colmare una scena tale e mantenere viva l'intenzione iniziale.
Fai un respiro profondo per scacciare la risata isterica, lo aiuti a rialzarsi mentre lui sbiascica e lo congedi con una banale scusa.
Non è tanto il cadere per terra, ma accorgerti che è caduto dalle HOGAN!
La blatta è quell'essere che tecnicamente non fa niente male o così sbagliato, ma lo elimini comunque perché ti terrebbe compagnia ma è un po' raccapricciante. DNR

Cartello "io non posso entrare" per chi indossa Hogan



1 commento:

  1. Tesoro sei una forza della natura!

    Un abbraccio
    Ps il nostro famoso ape...

    Http//:thefashiondance.blogspot.it

    RispondiElimina